Policheti insediati sotto le gabbie

Il giorno 08.10. 2020 si è svolto un Focus relativo al progetto REMEDIAlife dal titolo: Update on the advances and results of the Project.

 

Fine del Meeting è stato quello di presentare i risultati del progetto REMEDIA Life relativi alla gestione degli ambienti che ospitano impianti di maricoltura e allo sfruttamento ecocompatibile delle biomasse ottenute come sottoprodotto del biorisanamento ambientale alla comunità scientifica internazionale

 

I partecipanti alle 10.30 erano i seguenti:

1. Adriana Giangrande (Università del Salento)

2. Loredana Stabili (Istituto di Ricerca sulle Acque CNR Taranto)

3. Dino Pierri (Università di Bari)

4. Luigi Piper (Università del Salento)

5. Dror Angel (University of Haifa)

6. Eleni Fountolaki (Hellenic Centre for Marine Research)

7. Gercende Courtois De Vicose (Universidad de Las Palmas de Gran Canaria)

8. Giuseppe Portacci (Istituto di Ricerca sulle Acque CNR Taranto)

9. Jacopo Borghese (Università del Salento)

10. Naksika Papageorgiou (University of Crete)

11. Pierre Sauleau (Université de Bretagne Sud, France)

12. Roberta Trani (Università di Bari)

13. Antonella Petrocelli (Istituto di Ricerca sulle Acque CNR Taranto)

I risultati del confronto tra i due periodi estivi, risultanti da tutti gli indici biotici applicati, hanno sottolineato che, il sito A3 (sito di trattamento), ha rivelato un netto miglioramento nell’estate 2019, circa un anno dopo l’installazione di bioeremediatori, mostrando un imprevisto cambiamento soprattutto da un punto di vista qualitativo. Alcune delle specie precedenti, indicatrici di condizioni stressate sono praticamente scomparse (Capitella capitata), al loro posto ce ne sono altre più indicative di “buona situazione ambientale”. Questo è il caso, ad esempio, del polichete Spiochaetopterus costarum.