Durante il mese di Luglio il personale dell’Impianto MMG (Maricoltura mar grande  di Taranto) dove si svolge il progetto, ha provveduto a sistemare in acqua i corpi morti per l’aggancio delle sagole che fissano le strutture fisse dove poi sono state poste le retine contenenti gli organismi biorisanatori (strutture  mobili).

Analisi ambientale ex-ante dell’area di collocazione delle gabbie di allevamento dell’impianto (analisi dei parametri chimico-ficsici, benthos, microbiologia e microtox)