I risultati del confronto tra i due periodi estivi, risultanti da tutti gli indici biotici applicati, hanno sottolineato che, il sito A3 (sito di trattamento), ha rivelato un netto miglioramento nell’estate 2019, circa un anno dopo l’installazione di bioeremediatori, mostrando un imprevisto cambiamento soprattutto da un punto di vista qualitativo. Alcune delle specie precedenti, indicatrici di condizioni stressate sono praticamente scomparse (Capitella capitata), al loro posto ce ne sono altre più indicative di “buona situazione ambientale”. Questo è il caso, ad esempio, del polichete Spiochaetopterus costarum.